Risotto ai funghi misti con peperoncino dolce di Senise
Ingredienti (per 2 persone)

- Una piccola cipolla
- Una bella fetta di prosciutto
- Due cucchiai di peperoncino dolce (se ne trova di parecchie provenienze ma quello di Senise in Basilicata è veramente particolare)
- Un cucchiaio di origano calabrese
- Due cucchiai di olio extravergine
- Tre etti di Agarici (prataioli)
- Tre etti di Pleurotus (orecchioni)
- Sale q.b. e poco peperoncino piccante
- 180 gr. di riso per risotti (il Carnaroli va benissimo)
- Un uovo  + una noce di burro + parmigiano (se volete mantecare)
     Appena il soffritto imbiondisce si aggiungono i funghi ben lavati ed affettati; si fanno insaporire per 5 minuti aggiungendo anche un filo di sale,  metà dell’origano ed il peperoncino piccante. Si unisce nel tegame l’acqua (circa un tre quarti di litro) e contemporaneamente , in un altro recipiente si mette a scaldare un altro mezzo litro di acqua  (per quando il riso comincerà a crescere ed avrà bisogno del reintegro di liquido).
      Quando l’acqua bolle si cala il riso, si mescola ogni tanto perché non si attacchi e a metà cottura si aggiungono l’altro origano e l’uovo, aggiustando il sale. Si continua a mescolare e ad aggiungere acqua calda se necessaria fino a 5 minuti prima di spegnere ed, a questo punto, si sparge il peperoncino dolce (sempre mescolando) fino a quando la consistenza del risotto invita a spegnere i fornelli ed a mantecare (cioè lasciare coperto il tegame con l’aggiunta  del burro e del parmigiano) aspettando 5 minuti.
     Servire caldo e, se volete, non lesinate altro parmigiano.
     Prosit!




Si inizia con un leggero soffritto della cipolla e del prosciutto a striscioline in un tegame capiente per tutti gli ingredienti fino a risotto completato, tenendo presente che il riso dopo cotto quasi raddoppia il suo volume.
Appena il soffritto imbiondisce si aggiungono i funghi ben lavati ed affettati